Si riaffaccia la fortuna, il Foggia vince e respira

di Antonello Abbattista
Vedi letture
Capitan Agnelli
Capitan Agnelli

Prima vittoria casalinga della gestione Padalino dopo quella ottenuta a Carpi e quella in “autogestione” contro la Cremonese allo Zaccheria. Dopo 12 partite senza Grassadonia in panca, i rossoneri stentano ancora maledettamente in campo. Gioco manco a parlarne e prestazione ancora sotto tono di alcuni elementi, Galano su tutti. Ci vuole una autorete di Dermaku per far vincere i Satanelli e, probabilmente, salvare la panchina di Padalino, evidentemente in bilico visti gli scarsi risultati ottenuti finora alla guida di una pattuglia che, anche ieri sera, non ha dato certamente vita a una prestazione dignitosa sotto il piano spettacolare. Partita brutta con un Cosenza sprecone nel primo tempo e un Foggia, finalmente, fortunato. Poco da annotare sui taccuini: all’ottavo ci prova Iemmello, defilato sulla sinistra in area, su lancio di Galano, Perina si distende e sventa. Un minuto dopo è Mungo per il Cosenza a sparare incredibilmente alle stelle a porta sguarnita un pallone d’oro servitogli da Baez in serpentina sulla destra. Al 17° Chiaretti “telefona” dalla distanza, Perina risponde. Al 21° autogol di Dermaku che, nel tentativo di sventare uno spiovente di Kragl proveniente da corner, mette alle spalle del proprio portiere. Al 24° ci prova il tedesco dalla distanza, Perina blocca. Nella ripresa si segnala sono un colpo di petto di poco a lato di Garritano per il Cosenza su cross di Baez e Iemmello che, in pieno recupero, sciupa a tu per tu con il portiere silano mandando a lato su lancio di Kragl. Strano ma vero: la cronaca è tutta qui.

FOGGIA (3-4-1-2) – Leali, Martinelli, Billong, Ranieri; Zambelli, Agnelli, Greco (68° Ngawa), Kragl; Chiaretti (79° Mazzeo), Galano (61° Marcucci), Iemmello. In panchina: Noppert, Loiacono, Deli, Cicerelli, Boldor, Ingrosso, Matarese. Allenatore: Pasquale Padalino

COSENZA (3-4-3) – Perina, Capela, Dermaku, Legittimo; Garritano (68° Sciaudone), Palmiero, Mungo (71° Bruccini), D’Orazio; Baez, Maniero (54° Litteri), Tutino. In panchina: Saracco, Izco, Sueva, Schetino, Misuri, Hristov, Bittante. Allenatore: Piero Braglia

RETI – 21° autorete Dermaku (Fg)

NOTE – Arbitro Lorenzo Maggioni di Lecco. Angoli 4-1 per il Cosenza. Ammoniti: Leali, Agnelli e Kragl (Fg); D’Orazio e Bruccini (Cs). Recupero 1 minuto nel primo tempo e 5 minuti nel secondo tempo.